Addio a P. Domenico Lioy

Mercoledì 13 luglio 2011, nella Comunità di Firenze, il nostro carissimo confratello P. Domenico Lioy ha terminato il tempo della sua vita sulla terra per tornare alla Casa del Padre.

Il 15 luglio, si sono radunati i familiari, amici sordi e udenti attorno all’amato confratello esposto nella cappella delle Suore della Piccola Missione per i Sordomuti di Firenze per la Santa Messa presieduta dal Superiore Generale  P. Giovanni Andrade e concelebrata dagli altri preti della PMS.

Durante l’omelia P. Giovanni ha chiesto si qualcuno volesse dire qualche parole sulla vita di P. Domenico quello sarebbe un momento opportuno. Dopo questo invito tante persone ha espresso spontanee testimonianze di affetto nei confronti di P. Domenico, sacerdote e missionario instancabile delle persone sorde. Una persona che sempre ha detto “si” e davanti a quest’ultima chiamata di Dio, un’altra volta ha detto “si” e così è andato alla casa del Padre.

 

 

3 commenti

  1. ANTONELLO DE CRESCENZO

    Oggi, domenica, 24 luglio, ho appreso la tristissima notizia da un gruppetto di sordomuti da me incontrati a un centro commerciale dell’improvvisa scomparsa del carissimo padre Domenico Lioy il mio amatissimo maestro direi di 24 ore alla giornata… cioè di tempo pieno e sono fin troppo rattristato e addolorato della sua grande perdita della storia gualandina che ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona.. Mentre scrivo, piango… Non riesco a trattenere le lacrime a causa dei ricordi che ho trascorso felicemente con lui pieno di gioia alla vita e di carica e della sua mente illuminata alla modernità e spontaneità, a parte dell’ironia ma di gran cuore.. e disponibilità.. Son fin sicuro che il Gualandi nei giorni nostri non ha più eredi (perché sono degli stereotipi unici che il creatore ha voluto così) prima di lui, il compianto P. Marino Musconi che anch’egli spirato nello stesso mese di luglio dell’anno passato e che ho pianto anche per lui prima di lasciare l’istituto di Giulianova nel lontano 1978. E’ la mia prima esperienza è lo scrivere piangendo come un bimbo davanti al suo balocco. Non ho tanta voglia di aggiungere altre parole perché specialmente oggi provo una fine tremenda e una immensa tristezza e un domani non so se Dio lo vorrà.. ora sono in lutto. Comunque non dimenticherò mai dei loro insegnamenti speciali: morali, etici e della formazione umana e cristiana della mia vita d’allievo internato a quell’istituto.. Faccio la condoglianza sia alla Missione Gualandina sia ai rispettivi parenti. Continuo a piangere direi a secchiate…

    • Padre Delci Filho

      Caro Antonello, grazie di questa avvicinanza in questo momento di dolore. Siamo uniti e crediamo che il Signore ci dara la consolazione.
      Grande abbraccio di fratello e pace nel tuo cuore.
      P. Delci Filho,pms (Roma)

  2. Angelo Maria Marasà

    Si mi sono ricordato che Padre Domenico Lioy il giorno 13 luglio 2011, sono andato a Firenze sono arrivato alle 19:30 all’istituto Casa di Riposo, ho incontrato Padre Domenico ho salutato e contento con me, erevamo a tavola per la cena, dopo 10 mimuti improvviso Padre Domenico e caduto per per terra, già infarto la nostra comunità abbiamo aiutato di salvarlo, purtroppo niente da fare, e venuto pronto soccorso hanno portato via all’ospedale, ho accompagnato Padre Domenico all’ospedale io ero solo, ho pregato per lui, poi ho chiamato la nipote Mariafranca ha parlato dottoressa primario al cuore, mi ha detto niente da fare, oggi mi sono ricoradato anniversario il 13 luglio 2011, Padre Domenico il mio superiore della comunità di Firenze, ho pregato per lui, adesso sta in cielo. Angelo Maria Marasà

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*