Archivio della categoria: Don Giuseppe oggi

Signore, aiutami

Signore, aiutami a celebrare bene la S. Messa. Deh! che io non riceva indegnamente il tuo Corpo e il tuo Sangue. Ogni volta che lo riceverò, o Signore, fin da questo momento intendo so – mandarti di riceverti meglio e con amore sempre maggiore. Continua a leggere »

Festa dell’Apostolo di Roma

      Le feste centenarie dell’Apostolo di Roma, che ci hanno sollevato l’animo a contemplare le grandi ricompense che Dio riserva ai suoi santi in cielo, mentre sulla terra la loro memoria sopravvive benedetta anche dopo secoli, ci sollecitano a guadagnare meriti per il Paradiso, dove raggiungeremo quella felicità, davanti alla quale ogni bene terreno non è che un’ombra. Continua a leggere »

Purificazione

 …ognuno pertanto nel giorno di Pentecoste, dopo essersi purificato nel tribunale della penitenza, si accosti a ricevere, con umiltà, fede e amore, Gesù Cristo, e, nell’intimo del proprio cuore, si offra generosamente a Lui, dichiarandoli pronto a volerlo seguire dovunque vorrà e farà conoscere da chi lo rappresenta. Continua a leggere »

Innalziamo le nostre voci

Nella preghiera perseverante anche noi, rinchiusi nelle nostre case, poveri, timidi e di deboli forze, innalziamo le nostre voci invocando ed aspettando i doni del Signore che rischiarino le menti, accendano i cuori, rinvigoriscano le forze e, mantenendo indissolubile il vincolo della carità, ci facciano degni di compiere la nostra missione verso i sordomuti.  Continua a leggere »

Fissiamo gli occhi

            Fissiamo gli occhi al modello, all’interno del cuore innocente di Gesù, meritevole di ogni onore. Impariamo il segreto della sua infanzia, dei 18 anni di vita nascosta, dei tre anni di ministero e della settimana di passione. Non c’è forse sacrificio in ogni minimo particolare? Non è forse tutta generosità senza la minima riserva? Continua a leggere »